Come gestire l'arrivo di gemelli

Come gestire l’arrivo di gemelli

Introduzione

Quando in una famiglia arriva un bambino, la felicità è davvero tanta. Se poi si tratta di due gemelli, logicamente questo sentimento si raddoppia. Insieme a tanta felicità però, arriva anche un carico doppio di lavoro, di impegno e naturalmente di stress. Vediamo allora di seguito come gestire nel modo giusto l’arrivo in famiglia di due gemelli.

15enne-mamma-gemelli

 

2     Occorrente

  • documentarsi
  • preparare la valigia per tempo
  • prendere accordi con il personale sanitario che ci assisterà al parto
  • vivere-e-sopravvivere-con-i-gemelli-3449087714[1649]x[687]780x325

Se siamo già al corrente che il nostro sarà un parto gemellare, la cosa migliore è quella di documentarsi attraverso letture specifiche cosa questo duplice arrivo comporta realmente, sia sul piano fisico, su quello strutturale e su quello emotivo. In questo modo ci possiamo anche preparare dal punto di vista psichico arrivando al momento del parto serene e tranquille. Un valido aiuto può anche venire dall’ascoltare le varie esperienze di mamme che hanno già passato questa situazione, prendendo così spunto dai consigli che esse sono in grado di dare. Le gravidanze gemellari non arrivano mai al termine della gestazione, come invece avviene nella stragrande maggioranza dei casi a parto unico, per questo motivo è molto importante preparare per tempo tutto il necessario cominciando dalla valigia per l’ospedale.

timthumb (1)

Come già indicato, i parti gemellari avvengono prima del previsto, quindi è possibile che ci sia la necessità di trascorrere qualche giorno in più all’interno dell’ospedale. Per questo motivo dobbiamo essere pronte a fronteggiare nel migliore dei modi anche questa evenienza. Un’altra cosa importante da fare, è quella di prendere accordi sia con il nostro ginecologo di fiducia sia con l’ostetrica che ci assisterà poi durante il travaglio e il parto. Sempre con il nostro ginecologo, è importante decidere a quale tipologia di parto vogliamo andare incontro. Il parto gemellare naturale si svolge esattamente con un parto normale, solo può essere più lungo ed estenuante. In questo caso dobbiamo decidere per tempo se utilizzare o meno l’epidurale in modo da alleviare considerevolmente il dolore e lo stress. Se invece vogliamo optare per un parto con il taglio cesareo, anche in questo caso abbiamo bisogno di sentire i pareri di tutti gli addetti ai lavori: ginecologo, ostetrica e naturalmente anestesista.

images (18)

 

Una volta sistemati questi importantissimi dettagli, possiamo passare a pianificare il ritorno a casa. Sicuramente avremo bisogno di un valido aiuto, per questo dobbiamo decidere a chi rivolgerci se ad un parente oppure affidarci nelle mani di professionisti. Anche in questo caso è molto importante prendere accordi in anticipo, in modo da non trovarci poi sprovviste nel momento del bisogno. Nel caso in cui il nostro compagno si renda disponibile, è importante pianificare per tempo la gestione di eventuali ferie o giorni di aspettativa. Per affrontare al meglio la situazione, è molto importante che noi, in prima persona, accettiamo il fatto di chiedere aiuto a tutti coloro che sono disposti a darci una mano, senza provare alcun tipo di vergogna.

tregemelli-2

1   Introduzione

Quando in una famiglia arriva un bambino, la felicità è davvero tanta. Se poi si tratta di due gemelli, logicamente questo sentimento si raddoppia. Insieme a tanta felicità però, arriva anche un carico doppio di lavoro, di impegno e naturalmente di stress. Vediamo allora di seguito come gestire nel modo giusto l’arrivo in famiglia di due gemelli.

 

 

 

 

2     Occorrente

  • documentarsi
  • preparare la valigia per tempo
  • prendere accordi con il personale sanitario che ci assisterà al parto

 

3

Se siamo già al corrente che il nostro sarà un parto gemellare, la cosa migliore è quella di documentarsi attraverso letture specifiche cosa questo duplice arrivo comporta realmente, sia sul piano fisico, su quello strutturale e su quello emotivo. In questo modo ci possiamo anche preparare dal punto di vista psichico arrivando al momento del parto serene e tranquille. Un valido aiuto può anche venire dall’ascoltare le varie esperienze di mamme che hanno già passato questa situazione, prendendo così spunto dai consigli che esse sono in grado di dare. Le gravidanze gemellari non arrivano mai al termine della gestazione, come invece avviene nella stragrande maggioranza dei casi a parto unico, per questo motivo è molto importante preparare per tempo tutto il necessario cominciando dalla valigia per l’ospedale.

 

 

 

 

4

Come già indicato, i parti gemellari avvengono prima del previsto, quindi è possibile che ci sia la necessità di trascorrere qualche giorno in più all’interno dell’ospedale. Per questo motivo dobbiamo essere pronte a fronteggiare nel migliore dei modi anche questa evenienza. Un’altra cosa importante da fare, è quella di prendere accordi sia con il nostro ginecologo di fiducia sia con l’ostetrica che ci assisterà poi durante il travaglio e il parto. Sempre con il nostro ginecologo, è importante decidere a quale tipologia di parto vogliamo andare incontro. Il parto gemellare naturale si svolge esattamente con un parto normale, solo può essere più lungo ed estenuante. In questo caso dobbiamo decidere per tempo se utilizzare o meno l’epidurale in modo da alleviare considerevolmente il dolore e lo stress. Se invece vogliamo optare per un parto con il taglio cesareo, anche in questo caso abbiamo bisogno di sentire i pareri di tutti gli addetti ai lavori: ginecologo, ostetrica e naturalmente anestesista.

 

 

5

Una volta sistemati questi importantissimi dettagli, possiamo passare a pianificare il ritorno a casa. Sicuramente avremo bisogno di un valido aiuto, per questo dobbiamo decidere a chi rivolgerci se ad un parente oppure affidarci nelle mani di professionisti. Anche in questo caso è molto importante prendere accordi in anticipo, in modo da non trovarci poi sprovviste nel momento del bisogno. Nel caso in cui il nostro compagno si renda disponibile, è importante pianificare per tempo la gestione di eventuali ferie o giorni di aspettativa. Per affrontare al meglio la situazione, è molto importante che noi, in prima persona, accettiamo il fatto di chiedere aiuto a tutti coloro che sono disposti a darci una mano, senza provare alcun tipo di vergogna.