Giochi popolari per bambini:

i più belli

Giochi popolari per bambini: i più belli

Giochi popolari

Il mondo dei bambini è caratterizzato dal gioco. Strumento elettivo di crescita e di apprendimento. Spesso, guardando i nostri figli, ricordiamo i giochi che facevamo da piccoli. Le corse all’aria aperta con gli amici, i giochi con le bambole, con le costruzioni per realizzare oggetti da conservare gelosamente. Quali sono i giochi popolari? E quelli di gruppo ancora amati dai bambini?

 

In questo articolo vedremo quali giochi antichi, sono tra quelli scelti dai nostri bimbi. Ci sono giochi famosi che, nonostante il succedersi delle generazioni e l’avanzare della tecnologia, restano attuali ed in grado di coinvolgere un bel gruppetto di piccini. Per non parlare della nostra gioia quando, con la scusa di divertire i figli, torniamo un po’ bambini, concedendoci buffi travestimenti, o partite strategiche per conquistare improbabili territori.

Fino a pochi anni fa i bambini trascorrevano i pomeriggi nei cortili, divertendosi con i piccoli del vicinato. Tra i giochi popolari, chi non ricorda il gioco del salto alla corda. Se i piccoli erano solo due, si contavano i numeri di salti ciascuno, fino a decretare il vincitore. Con un numero maggiore di bambini, le gare erano più avvincenti, dovendo saltare la corda tenuta alle estremità da 2 piccoli che, pian piano, alzavano il livello di difficoltà del salto.

Un gioco davvero avvincente era la campana. Con un gesso si disegna il percorso sull’asfalto, in genere costituito da 8-10 passaggi. Ogni riquadro deve essere grande abbastanza per ospitare la pianta delle scarpe dei giocatori. A questo punto, ogni giocatore, a turno, lancia un piccolo sasso all’interno del percorso. Il sassolino non deve fermarsi su una linea del riquadro, pena la perdita del turno.

Si salta tra i riquadri appoggiando a terra un solo piede, evitando quello con il sasso. Raccolto il sasso, ci si gira e si saltella nell’ordine inverso, fino a tornare al punto di partenza, senza calpestare nessuna linea. Chi vincerà?

Giochi per bambini

La Convenzione Internazionale sui Diritti del Fanciullo delle Nazioni Unite, stilata nel 1989, riconosce il gioco come diritto dei minori. I giochi per bambini sono fondamentali, perché aiutano i più piccolini a capire com’ è fatto il loro corpo e gli oggetti da cui sono circondati. Man mano che crescono, i giochi per bambini diventano strumenti elettivi sia per sviluppare la fiducia nelle proprie capacità, sia per comprendere le regole della socializzazione. L’esperienza del gioco permette al bambino di acquisire consapevolezza del proprio mondo interiore e di quello esteriore.

foto_giochi-popolariGiochi per bambine

Le bambine hanno sempre amato giocare con le bambole, dai bambolotti alle barbie. Forse il più amato tra i giochi per bambine era quello di realizzare tanti abiti per le bambole. I materiali usati erano davvero tanti, dagli scampoli di stoffa che ci davano le mamme e le nonne, alla carta con cui venivano confezionate le uova di Pasqua. Anche la carta, colorata con i pennarelli era una materiale irrinunciabile, per confezionare splendidi abiti. Le bimbe si divertivano anche con l’ula hoop. Instancabilmente, facevano girare questo grande cerchio, con movimenti dei fianchi. Chi trascorreva le vacanze al mare raccoglieva tante conchiglie con cui realizzava collane e braccialetti. Molto belli i ninnoli realizzati con le margherite raccolte nei parchi vicino casa. Tra i giochi per bambine, ancora attuali quelli che emulano la mamma nell’accudimento dei figli, o la maestra con gli alunni.

Giochi per bambini piccoli

Tra i giochi per bambini piccoli, non mancano i trenini. Realizzati con materiali più disparati erano un grande divertimento anche per i più grandicelli. Da quelli in legno, con un solo vagone, ai moderni trenini elettrici con i binari, il passaggio a livello e la stazione di arrivo, è un gioco che non tramonterà mai. Ai piccolini piace molto giocare travasando oggetti da un contenitore all’altro. Spesso i bimbi fanno questo gioco con le mollette, oppure con i legumi. Divertente è anche realizzare delle collane infilando la pasta, tipo mezze maniche, in una cordicella, per poi indossarla, dopo aver colorato i pezzetti con colori innocui.

 

Giochi antichi

Nell’elenco dei giochi antichi non può mancare quello dei tappi. Nato nel secondo dopo guerra, consiste nel far saltare tappi a corona, in una sfida di abilità davvero appassionante. Di origini antiche anche guardie e ladri. vede i bambini divisi in due gruppi. Quello delle guardie ha un numero piccolo di partecipanti. Inizialmente i ladri si nascondono, senza essere visti dalle guardie. Quindi si entra nel vivo del gioco. In genere le guardie sono identificate da qualche elemento particolare, come un fazzoletto legato al braccio. Ogni ladro che viene toccato da una guardia viene fatto prigioniero e portato in prigione, posto stabilito all’inizio del gioco. Se un ladro, senza farsi notare, riesce a toccare un prigioniero, lo libera.

Giochi famosi

giochi famosi sono davvero tanti. Le biglie hanno coinvolto milioni di bambini di ogni fascia di età. Sulla spiaggia i bimbi realizzano percorsi con montagne e gallerie. ma interessanti anche quelli preparati con legnetti, sassi e tutto ciò che può servire a delineare un impervio percorso. L’abilità nello spingere con le dita le biglie, permette a grandi e piccini di impegnare interi pomeriggi. Anche il gioco delle belle statuine è stato un passatempo amato da bimbe e bimbi. i giocatori, in questo caso, si dispongono davanti al capo gioco. Questi suggerisce il personaggio da rappresentare, in posizione di assoluta immobilità. Chi si muove viene squalificato. Il più convincente prende il posto del capo gioco. Simile è un, due, tre stella.

 

Giochi di gruppo per bambini

giochi di gruppo per bambini sono tantissimi. La corsa con i sacchi, palla prigioniera, per non parlare di strega comanda color. Se lo spazio per l’attività ludica è ridotto, il gioco di acqua e fuoco vede sempre una grande partecipazione dei bambini. L’adulto individua un oggetto presente nella stanza che i bambini devono indovinare. Se qualcuno ne indica uno vicino l’adulto dirà “fuochino”, “acqua” se è distante. Vince, naturalmente, chi arriva a “fuoco”.

Nascondino è un gioco di gruppo per bambini, sempre attuale. Tra i giochi per bambini maschi, tutti quelli con la palla che simulano una partita di calcio. In alcune varianti, soprattutto se ci sono solo 2 giocatori, uno batte i rigori che l’altro bimbo deve parare.

Vola farfallina è molto divertente. Si fa cadere dall’alto una piuma ed i giocatori, a turno, devono soffiare per non far cadere a terra la piuma.